pagliaro-rechtsanwalt

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Dal luglio 2016, la nuova legge sull'imposta di successione si applica ai beni aziendali. La determinazione dell'imposta di successione è diventata molto più complessa. Tuttavia, la legge fiscale riformata prevede anche una serie di nuove possibilità di esenzione fiscale. La riforma si è resa necessaria perché la Corte costituzionale federale nell anno del 2014 ( sentenza BVerfG, Urteil v. 17.12.2014, Az.: 1 BvL 21/12) aveva dichiarato le vecchie regole parzialmente incostituzionali. La precedente tassazione dei beni aziendali era sproporzionata rispetto a quella dei beni privati. I giudici costituzionali hanno chiesto un nuovo regolamento che imponga un'equa tassazione dei beni aziendali.

I. Attività ammissibili

Come in passato, occorre innanzitutto determinare il valore generale delle attività ammissibili. Ai sensi del § 13b Abs. 1 Erbschaftsteuergesetz (ErbStG) (legge sull'imposta di successione) ciò include:

attività agricole e forestali,
attività operative nazionali,
partecipazioni in società di persone ad attività commerciale o in società di persone e azioni di società in cui la partecipazione è superiore al 25%.

Al valore delle attività ammissibili si aggiunge il valore netto delle attività di gestione, la deduzione dei debiti pro rata e l'aggiunta di attività di gestione innocue per determinare le attività ammissibili. Ciò che appartiene al patrimonio amministrativo è determinato dal § 13b (4) ErbStG. Comprende, ad esempio, terreni, opere d'arte e titoli messi a disposizione di terzi. L'obiettivo è quello di impedire trasferimenti di attività a breve termine, al fine di esaurire il limite di esenzione del 15%.

I beni non favoriti possono anche diventare beni amministrativi preferenziali attraverso l'investimento nella società entro due anni dall'eredità. La cattura nel sottostante § 13b Abs. 5 ErbStG: Il testatore deve aver già perseguito i piani corrispondenti. Detraendo il valore netto delle attività amministrative ridotto delle attività amministrative innocue e dei debiti pro rata, si ottengono le attività privilegiate.

II. Determinazione dell'imposta di successione

1. Beni dei beneficiari fino a 26 milioni di euro
In caso contrario, l'85% dell'acquisizione rimane esente da imposte se i beni del beneficiario non superano i 26 milioni di euro per acquirente - si sommano diverse acquisizioni nell'arco di dieci anni - e si rispettano i totali salariali annuali, che dipendono dal numero di dipendenti e dal periodo di conservazione. Il fattore decisivo è il salario medio degli ultimi cinque anni a partire dalla data di esigibilità dell'imposta di successione, vale a dire, in generale, dal decesso del defunto. Il libro paga include salari e stipendi e altri benefici. La novità è la riduzione del numero di dipendenti da 20 a soli 5, da cui devono essere rispettate le norme sui salari per l'esenzione fiscale. La novità per quanto riguarda il numero di dipendenti e il calcolo del totale dei salari è che i dipendenti in congedo di maternità, congedo parentale, malattia di lunga durata, tirocinanti e lavoratori stagionali non contano. Inoltre, non è più possibile suddividere un'impresa in più imprese per ridurre il numero di dipendenti.


L'informazione sul totale salariale significa anche che deve essere ottenuta durante il rispettivo periodo di ritenuta per ottenere l'esenzione fiscale. Questo dovrebbe essere il caso solo quando i posti di lavoro sono salvaguardati.

Regole e opzioni delicate
Coloro che ereditano beni inferiori a 26 milioni di euro possono scegliere irrevocabilmente la cosiddetta esenzione dall'opzione invece dell'esenzione standard. Ciò può comportare un'esenzione del 100% dall'imposta di successione se i beni patrimoniali ammissibili non sono costituiti per oltre il 20% da beni amministrativi non privilegiati. Inoltre, gli acquirenti devono rispettare i requisiti più elevati di cui sopra per il regolamento dei salari.

Esame dei requisiti di misericordia
L'esame della necessità di conservazione è escluso nella scelta del modello di fusione. L'acquirente può richiedere qui l'esenzione fiscale se non è in grado di pagare l'imposta di successione sul suo patrimonio privato. In ogni caso, deve essere utilizzata la metà dei beni ricevuti in eredità o in donazione e dei beni che gli appartenevano già al momento dell'eredità. Inoltre, il presupposto per la concessione di un audit di esenzione è il rispetto della massa salariale e del periodo di mantenimento dopo l'esenzione standard. Inoltre, entro dieci anni, nessun altro patrimonio può essere messo a disposizione dell'erede per donazione o successione.

Trattandosi di un tema di estrema complessitàsi suggerisce di contattare lo studio. 

Lo Studio Rechtsanwaltskanzlei Pagliaro, Colonia, Germania, lavora da venti anni nel campo legale del diritto italo tedesco.

Contatti

Tel. 0049 221 9483941

Fax. 0049 221 9483940

mail1


Consulenza legale diritto tedesco: personale, per telefono oppure via Skype

Lo studio legale Pagliaro lavora dal 1995 nel campo giuridico italo tedesco.

Prestiamo assistenza legale a persone e consumatori principalmente nel diritto di successione italiano e tedesco, impostazione bilaterale, diritto di famiglia, comunione legale e diritto immobiliare. Secondo il tariffario tedesco, art. 34 I RVG, le spese per una prima consulenza sono misurate fino a 190,00 € più IVA. Qualora godete di una copertura delle spese legale, si raccomanda di chiedere al Vs. assicuratore l`accollo delle spese.

Prestiamo in oltre assistenza ad imprese e professionisti principalmente nel diritto di compravendita internazionale, diritto di distribuzione e agenzia tedesco, diritto di lavoro tedesco, oltre nel diritto fiscale bilaterale.

Qualora non avete la possibilità di presenziare ad una consulenza di persona, avete la possibilità di consulenze telefoniche oppure via SKYPE®. Per fissare appuntamento contattare. 

 Phone                                                 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Attenzione alla prescrizione dei crediti in Germania 2022

Prescrizione crediti in Germania 2022

Rispettivamente alla legislazione applicabile italo-tedesca, il termine di prescrizione civile regolare può variare da tre anni (normativa tedesca, § 195 BGB) a dieci anni (normativa italiana, art. 2946 c.c) fintanto che non vi siano regolamentazioni giuridiche particolari.

Il regolare termine tedesco di tre anni inizia a decorrere con la fine dell'anno, in cui la pretesa é sorta, ciò significa che la prestazione dovuta deve essere stata completamente effettuata.

Importante: La prescrizione triennale decorre dalla fine dell` anno al 31. dicembre (normativa tedesca, § 199 BGB).

Differenti anche i mezzi tecnici per interrompere o sospendere la prescrizione: Nella legislazione germanica occorre l` introduzione di un procedimento giudiziale (§ 204 BGB), mentre rimangono senza effetto interruttivo o sospensivo la diffida scritta e richiesta di pagamento (diversamente dalla legislazione italiana ai sensi dell art. 2943 4° Co c.c). La prescrizione triennale deve essere interrotta perciò tramite richiesta giudiziale entro la fine dell` anno (31° dicembre).

Secondo la legislazione tedesca, i crediti derivanti dal 2019 cadono in prescrizione dall` 1° gennaio 2023, qualora non venga introdotta azione giudiziale per la prestazione entro il

31° dicembre 2022.

Attenzione anche per le prescrizioni e termini di decadenza a causa di corona! In questo momento sussiste una forte incertezza se l` interruzione derivante dal decreto legge art. 84 co 8 d.l 17.03.2020 riguarda anche i processi in Germania, qualora dovesse essere applicabile il diritto operandi italiano, in quanto la deroga di interesse si realizza solo nella Giustizia italiana, avendo come ragione l`interruzione del sistema giudiziale civile nel territorio italiano.

Poiché negli affari internazionali può essere difficile stabilire la normativa vigente, si consiglia - in caso di dubbio - di rivolgersi ad un avvocato.


Lo Studio Legale Pagliaro ha la sua sede in Colonia, Germania,  ed esercita dal 1995 nei settori del diritto italo - tedesco. Lo Studio fa parte di una rete di professionisti e coordina l' elaborazione delle pratiche di rito tedesco interloquendo direttamente con gli uffici giudiziari, fiscali e amministrativi in Germania.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Phone

Accettazione e rinuncia all eredita nel diritto italiano. Italiani all estero

deutschland italien

Il nostro studio legale opera nei rapporti giuridici tedesco-italiani dal 1995. Il diritto successorio tedesco e italiano, ossia i casi di successione in cui la persona deceduta ha vissuto in Germania o in Italia o possedeva beni patrimoniali in patria o all'estero. Queste circostanze sollevano regolarmente complesse questioni relative al diritto patrimoniale internazionale e all'imposta di successione, che richiedono la competenza dei sistemi giuridici di entrambi i paesi.

Determinazione del patrimonio

Il nostro ufficio è collegato con i registri immobiliari e delle imprese in tutte le regioni d'Italia, in modo che l'immobile sia determinato in modo rapido e affidabile. Attraverso il nostro sistema di comunicazione PEC siamo in contatto con tutti i tribunali probatori, gli uffici anagrafici e le banche in Italia.

Elaborazione e valutazione dei beni ed asse ereditaria

I trasferimenti di proprietà immobiliari in Italia sono effettuati direttamente dal nostro studio legale, così come la liquidazione di depositi finanziari/conti bancari o trasferimenti a società. Siamo in grado di gestire controversie ereditarie più complesse, ad esempio tra coeredi, con i nostri partner di cooperazione, notai e avvocati. Il nostro sistema informativo sul valore dei terreni in Italia ci permette di effettuare valutazioni immobiliari in Italia.

Rinunciare all eredità e limitazioni di responsabilità

In qualità di interlocutori per il diritto successorio tedesco e italiano, assistiamo i nostri clienti nella presentazione di accettazione e rinuncia di successione. Elaboriamo e coordiniamo le deroghe necessarie e garantiamo la pubblicità.

Pianificazione successoria di patrimoni in Germania e in Italia

In collaborazione con notai e consulenti fiscali tedesco/italiani, redigiamo testamenti e contratti di donazione che possono essere utilizzati in entrambi i paesi, garantendo così un approccio uniforme.

Imposta di successione

La questione dell'imposta sulle successioni e donazioni dovrebbe essere presa in considerazione fin dall'inizio. Poiché non esiste una convenzione di doppia imposizione in vigore, qui è necessaria una particolare attenzione! Collaboriamo con diversi consulenti fiscali, o supportiamo i consulenti degli eredi su questioni di diritto tributario italiano. Valutazione per immobili situati in Italia (terreni, case, appartamenti) o aziende.

Costi e trasparenza

In linea di principio, si consiglia di stipulare un contratto di onorario, indipendentemente dal valore dell'immobile. In questo modo, i costi possono essere mantenuti il più possibile trasparenti. Se il mandato termina prematuramente o in caso di rinuncia a singoli punti di mandato, il cliente paga solo per l'elaborazione eseguita fino a quel momento.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Phone

Germania: Responsabilità anche penale dell erede per doveri fiscali del defunto

Viola un coerede l’obbligo di rettifica ex § 154 AO (Abgabenordnung, Codice tributario) dopo aver riconosciuto l’erroneità delle dichiarazioni fiscali del de cuius , questo commette allo stesso tempo un’evasione fiscale premeditata ai sensi di § 370 comma 1 Nr. 2 AO per mezzo di omissione (Corte dell’alta Finanza, Sentenza del 28.02.2008 – VI R 62/06 Punto 20 – BStBl (Rivista del Fisco Federale) II 2008, 595; Corte di Cassazione, Sentenza del 17.03.2009 – 1 StR 479/08. Poiché il § 153 comma 1 frase 2 AO (Codice Tributario) fa riferimento alla persona del successore universale, esiste per l’erede il dovere di rettifica, a prescindere dal fatto che il de cuius si è reso punibile per delitto fiscale premeditato (vedi Seer per: Tipke/ Kruse, AO/FGO (Codice tributario/ Codice tribunale fiscale), § 153 AO Punto 17.).Ciò non comprende il caso in cui l’erede stesso sia giá stato coautore o partecipe del delitto fiscale premeditato del de cuius (vedi Seer per: Tipke/ Kruse, AO/FGO (Codice tributario/ Codice tribunale fiscale), § 153 AO Punto 17; Helmrich, DStR 2009, 2132, 2134.

Il termine “Dichiarazione” ai sensi del § 153 comma 1 frase 1 Nr.1 AO (Codice tributario) viene ampiamente interpretato dalla Letteratura e dall’Amministrazione fiscale e corrisponde ad ogni espressione con ascendenza su determinazione, riscossione od esecuzione di una tassa (BT-Drs. 6/1982, Pag. 129 su § 98 “in particolare”; cfr. Corte dell’alta finanza, sentenza del 30.1.2002- II R 52/99 Punto 17 – Corte dell’alta finanza/non pubblicato 2002, 917; AEAO (Anwendungserlass zur Abgabenordnung; Atto scritto sul codice tributario) su §153 AO Nr.3; 

Perciò, la Corte dell’alta finanza conferma quest’ultima concezione, applicandola addirittura anche a dichiarazioni fiscali, invalidate dalla incapacità d’agire dell’interessato dall’obbligo della dichiarazione, senza però motivare un tale ampliamento di uso.

Atti processuali di un partecipante incapace d’agire secondo §104 Nr.2 BGB (Bürgerliches Gesetzbuch, codice civile tedesco) non hanno alcuna validità. Secondo §79 comma 1 AO (codice tributario) la capacità d’agire corrisponde la capacità ad intervenire in atti processuali. Con il termine di atti processuali è da intendere dichiarazioni sia di volontà che di intendere e tutti quegli atti concreti, cui le conseguenze fiscali ricollegano (Alta corte di Finanza, Sentenza del 16.04.1997 – XI R 61/94 Punto 94 – BStBl (Rivista del fisco federale) II 1997, 595; idem circa la capacità d’agire passiva vedi Alta Corte di Finanza, sentenza del 21.11.2006- VII R 68/05 Punto 33 – BStBl II 2007, 291; Söhn per: Hüschmann/ Hepp/ Spitaler, AO/FGO (Codice tributario/ Codice tribunale fiscale), § 79 AO Punto 20 e 36; Drüen per: Tipke/ Kruse, AO/FGO, §79 AO punto 6 e 7; Wünsche per: Koenig, AO, §79 punto 44). Il significato in questi termini di Atti processuali comprende qualsiasi atto a cui il diritto processuale attribuisca importanza legislativo (Rüschen per: Gosch, AO (Codice tributario), §79 Punti 8-10). Il mero ampliamento del campo d’applicazione del §153 AO e il rifiuto di una riduzione alle dichiarazioni fiscali non permette dunque alcuna motivazione sufficiente a spiegare perché le dichiarazioni fiscali invalide, quali altre dichiarazioni, possano produrre gli obblighi legali ex § 153 AO.

Conseguenze per la pratica

  1. L’autorità finanziaria ha fondamentalmente libera scelta, circa a quale debitore universale essa si voglia attenere (Corte di Alta Finanza, sentenza del 13.05.1987 – II R 189/83 Punto 13 – BStBl (Rivista del fisco federale) II 1988, 188). In base al proprio giudizio essa può decidere su quale dei numerosi debitori universali potersi rivalere. In tal modo essa detiene una “facoltà di scelta” (Alta corte di Finanza, Sentenza del 01.07.2008 – II R 2/07 punti 8 e 9 – BStBl (Rivista del fisco federale) II 2008, 897; Ratschow per: Klein, AO (Codice Tributario), §44 punti 12 e 13).
  2. Poiché il prolungamento del termine di prescrizione per evasione fiscale, secondo il §169 comma 2 frase 2 AO (Codice tributario), dipende dalla domanda se oggettivamente si tratta di singole somme evase e se tale caratteristica del fisco aderisce, vengono coinvolti quali debitori universali anche i coeredi, a prescindere da una loro eventuale debito e/o conoscenza di questo.

In tal modo però si giungerebbe ad un rischio fiscale troppo alto, motivo per cui l’obbligo degli eredi (cfr. §45 comma 2 in combinato con §1975 BGB- codice civile) può limitarsi alla successione per ordine dell’amministrazione successoria (§1984 comma 1 frase 3 BGB- Codice civile, cfr. § 2013 BGB) o per apertura dell’insolvenza successoria (§§315 e seguenti InsO- codice d’insolvenza). In presenza di piú eredi è da considerare §259 BGB.

Kassenschau in Germania: Controlli fisco libro cassa in Germania a partire dal 1° gennaio 2018

A partire dal 01/01/2018, l’amministrazione delle finanze ha la possibilità di esaminare le attività imprenditrici in occasione di un controllo fiscale al di fuori del regolare accertamento del libro cassa, senza precedente avviso. Il funzionario finanziale non ha il dovere di farsi immediatamente riconoscere come tale; egli può eseguire un acquisto di prova e, sempre in borghese, innanzitutto accertarsi se, per esempio, il proprietario del negozio è presente. Infine egli deve presentare una tessera di riconoscimento e documento dell’agenzia finanziaria, che lo legittima nel caso concreto ad effettuare il controllo fiscale. L’attività non può rifiutare il controllo fiscale e non ha alcun diritto ad un rinvio del controllo. L’intestatario dell’esercizio commerciale ha possibilità di appellarsi al proprio commercialista o legale.

Durante l’accertamento verranno verificati i seguenti punti:

  • Una conduzione regolare del registro di cassa;
  • La raccolta degli interi movimenti di pagamento attraverso il sistema di cassa/ l’esame del sistema di cassa;
  • La documentazione di organizzazione, come per esempio le istruzioni d’uso e quindi il manuale di cassa, le dritte di lavoro per il personale, la documentazione di procedura di dimestichezza con la cassa;
  • Facoltà di verifica di cassa.

L’ispettore può inoltre prendere visione degli interi dati elettronici. Su richiesta, l’intestatario dell’attività ha il dovere di salvare e consegnare gli interi dati elettronici.

Dovessero saltare all’occhio dell’ispettore delle irregolarità durante il controllo fiscale, questi può immediatamente, e quindi senza ulteriore disposizione di controllo e fissazione di scadenza, spostare l’accertamento all’intera azienda. Con ciò s’intende l’esame di tutta la documentazione dell’attività commerciale, tutti i dati elettronici e di forma fiscale.

Al centro di tale accertamento vi sono attività gastronomiche e i singoli commercianti, in quanto è fra questi che domina maggiormente il traffico di denaro in contanti.

A partire dal 2020 si aggiungeranno multe in denaro secondo §379 I comma AO nel caso in cui:

  • La cassa utilizzata non dispone della possibilità delle registrazioni singole o non registra puntualmente, correttamente, in maniera completa e ordinata le singole operazioni contabili
  • I dati non sono protetti (o almeno non in maniera corretta), poiché viene utilizzato un sistema che non dispone di una Garanzia di sicurezza certificata.

Eventuali infrazioni verranno multate fino a € 25.000,-

Per qualsiasi domanda, prego di rivolgersi al sottoscritto.

Rechtsanwalt Gian Luca Pagliaro

Sede dello studio:

Dürener Straße 430
50858 Köln

Ricevimento Appuntamenti:

Breite Str. 161-167 (Mevissenhaus)
50667 Köln

tel. +49 (0)221 94642978 - 94642979

fax. 0221 9483940

e-mail: kanzlei@ra-pagliaro.de

Informazioni Legali Germania

  • 2/2022: Nuovo Sistema IMU in Germania. Termini per le dichiarazioni

    deutschland italien
     
    La "Grundsteuerreform" in Germania.
     
    Dopo un intervento della Corte Costituzionale, il Governo tedesco ha reagito a questa disparità approvando la riforma dell'imposta sulla proprietà del 2022, che mira ad armonizzare il calcolo dell'imposta sulla proprietà in tutto il Paese. L'obiettivo è anche quello di evitare un aumento del carico fiscale sui cittadini. Al momento non è possibile prevedere in che misura i contribuenti saranno interessati da queste modifiche.

    per saperne di più

     
  • 3/21: A partire dal 1.01.2023 entra in vigore in Germania il cosi detto Lieferkettensorgfaltsgesetz (Lieferkettengesetz)

    Il Lieferkettengesetz, tradotto "la legge sulla due diligence dei fornitori". La leggge avrà effetto anche sul rapporto commerciale italo-tedesco in quanto coinvolge le aziende italiane nella loro attività con la Germania. Dal 2023 gli obblighi di rispettare i diritti umani ed ambientali si estendono al campo commerciale ed imprenditoriale. In questo modo vengono responsabilizzate le aziende di una certa grandezza nel combattimento contro lo sfruttamento umano ed ambientale. per saperne di più.

     
  • 2/21: Neuigkeiten zum italienischen Immobilienrecht. Das Gesetzesdekret 2020

    Das strenge italienische Baurecht ist durch die Gesetzesreform 2020 nun an einigen Stellen gelockert worden. Dies ermöglicht eine einfachere Heilung von Baurechtsverstößen und führt so zu mehr Rechtssicherheit bei dem Kauf einer Immobilie in Italien. lesen Sie hierzu  

     
  • 4/21: Commercio elettronico Germania– Nuove regole sull`applicazione IVA

    Commercio elettronico Germania: La seconda fase del pacchetto digitale IVA entrerà in vigore il 1° luglio 2021

    Il pacchetto digitale entrerà in vigore. Soprattutto  commercianti transfrontalieri nella vendita a distanza/online nel settore B2C (relazioni d'affari tra aziende e privati) sono interessati dai cambiamenti. Tra le altre regole, le soglie di consegna specifiche per paese del cosiddetto
    regolamento di vendita per corrispondenza secondo il § 3c UStG sarà sostituito da una soglia de minimis uniforme per un importo di
    EUR 10.000.

    Regolamento speciale per imprenditori residenti nell'UE che desiderano utilizzare il nuovo OSS (§ 18j UStG). Occorre notificarlo al competente autorità fiscale dello stato membro dell'UE competente prima dell'inizio del periodo imponibile. Il progetto del Ministero delle Finanze integra ora questo principio per i casi in cui gli imprenditori superano la soglia di fatturato rilevante di EUR 10.000 per la prima volta. Essi devono essere in grado di utilizzare la procedura di tassazione speciale se la notifica viene fatta entro il 10 del mese successivo alla prima prestazione dei servizi.

    vedi anche

     

     
  • 3/21: Aggiornamento Tarifario Forense Germania al 1.01.2021

    Parametri Forense Avvocati in Germania

    Dal 1° gennaio 2021, con la legge di modifica del diritto dei costi legali 2021 (KostRÄG 2021), sono entrate in vigore importanti modifiche non solo al Tariffario Forense degli Avvocati in Germania (RVG), ma anche ad altre leggi sui costi come la GKG (Contributo Unificato), la FamGKG (Contributo nelle vicende di famiglia) e la JVEG (Tariffario testimoni e periti). Dal punto di vista della professione legale, gli aumenti degli importi delle parcelle e le altre modifiche al RVG sono di particolare importanza. In Genere, la riforma del 2021 prevede un aumento lineare degli onorari degli avvocati del 10 per cento. Allo stesso modo, le spese processuali sono state aumentate del 10%.
     
  • 2/21: Scambio di informazioni sui conti finanziari del 2019 prorogato fino al 31.12.2020

    A causa dell'attuale pandemia di COVID 19 ed in conformità con i requisiti della legge sullo scambio automatico di informazioni su Conti finanziari in materia fiscale (legge sullo scambio di informazioni sui conti finanziari - FKAustG), le informazioni sui conti finanziari in materia fiscale che vengono scambiate tra la Centrale Federale per le imposte Tedesca (BZSt) e l'autorità competente del rispettivo altro Stato ai sensi dell'articolo 1 paragrafo 1 FKAustG (sezione 27 paragrafo 1 FKAustG), i paesi coinvolti hanno accordato di prorogare la scadenza dei dati referiti alla anno 2019 al 31 dicembre 2020. I dati del 2020 dovranno essere forniti entro il 30.09.2021

     
  • 1/21: Reintroduzione dell Aliquote IVA Germania dal 1.01.2021

    In data 3.06.2020, il Governo tedesco aveva pubblicato i punti chiave di un pacchetto di rilancio economico per gli effetti del Corona Virus. Ciò comprende una riduzione generale dell'aliquota IVA. A partire dal 1.01.2021 si applicano le segeunte regole:

    Aliquota d'imposta ordinaria: l'aliquota d'imposta ordinaria ridotta del 16 % si applica a tutte le operazioni effettuate dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 e l'aliquota d'imposta del 19 % si applica nuovamente a tutte le operazioni soggette all'aliquota ordinaria effettuate a partire dal 1° gennaio 2021.
    Aliquota d'imposta ridotta: per tutte le operazioni effettuate dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 si applica l'aliquota d'imposta ridotta del 5 % nei casi speciali di cui all'articolo 12, paragrafo 2, UStG, e l'aliquota ridotta del 7 % si applica nuovamente per tutte le operazioni effettuate a partire dal 1° gennaio 2021.

     
  • 10/20: Attenzione alla prescrizione in Germania al 31.12.2022

    Attenzione alla Prescrizione civile in Germania - Affari all’estero con imprese tedesche

    I creditori italiani che lavorano nel mercato tedesco devono fare attenzione alla possibile prescrizione anticipata dei loro crediti.

    per saperne di più

     

     
  • 9/20 Abbassamento Aliquote IVA Germania 2020

    In data 3.06.2020, il Governo tedesco ha pubblicato i punti chiave di un pacchetto di rilancio economico per gli effetti del Corona Virus. Ciò comprende una riduzione generale dell'aliquota IVA, che - previa approvazione del Parlamento - entrerà in vigore il 1° luglio 2020 e sarà poi limitata al 31 dicembre 2020, ossia per 6 mesi. Finora è stata presentata una corrispondente circolare del Ministerio delle Finanze sulla riduzione temporanea delle aliquote d'imposta come bozza (a partire dall'11.6.2020).

    Manuale Abbassamnto IVA

     
  • 8/20: Piano dl ripresa dell economia in Germania dopo Corona

    In data 3.06.2020, il Governo tedesco ha pubblicato i punti chiave di un pacchetto di rilancio economico per effetti del Corona Virus. Misure mirate per un totale di 130 miliardi di euro mirano a sostenere i dipendenti e le famiglie, a stabilizzare le imprese, a promuovere la modernizzazione del Paese e a far sì che la Germania esca dalla crisi più forte di prima. Alcune avranno effetto anche nella relazione Germania - Italia. Per saperne di più

     

nach oben scrollen

Questo sito Web utilizza i cookie
Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci per analizzare il traffico sul nostro sito. I cookie sono piccoli file di testo utilizzati dalle pagine Web per rendere l'esperienza dell'utente più efficiente. Per legge, possiamo utilizzare i cookie sul tuo dispositivo se sono strettamente necessari per il funzionamento di questo sito. Per tutti gli altri tipi di cookie abbiamo bisogno del tuo permesso. Questa pagina utilizza diversi tipi di cookie. Alcuni cookie sono posizionati sulle nostre pagine.